Nuotare dopo un ascesso perianale

A differenza di altri esercizi aerobici come jogging, il nuoto pone un po ‘di stress sulle articolazioni, rendendolo un esercizio ideale per le persone con artrite. Tuttavia, se avete avuto un ascesso perianale lanciato, evitare di nuotare fino a quando il tuo ascesa lanciato è chiuso, che può richiedere tra cinque giorni e tre settimane, a seconda della gravità della ferita.

Ascesso perianale

Un ascesso perianale deriva da un’infezione che di solito inizia sotto la fodera del retto tra gli sfinteri interni ed esterni. I batteri responsabili dell’infezione entrano attraverso le lacrime nella fodera, provocando un accumulo doloroso di pus. Come il pus si accumula, l’ascesso cresce verso e fuori l’ano, secondo l’Università del Connecticut Health Center.

Sintomi e fattori di rischio

Un ascesso perianale è di solito gonfio, rosso, doloroso e potrebbe includere qualche scarica di pus. L’infezione può causare febbre e malessere, mentre il dolore associato ad avere un movimento intestinale può causare costipazione. Persone di qualsiasi età possono sviluppare ascessi perianali, compresi neonati e neonati ancora in pannolini. Quelli particolarmente a rischio includono persone con diabete e malattie infiammatorie intestinali, così come chiunque abbia un sistema immunitario compromesso. Le persone che si occupano di sesso anale ricettivo sono anche a rischio, secondo MedlinePlus.

Trattamento di ascessi perianali

Il lanciare l’ascesso perianale deve essere fatto per consentire lo scarico. L’intervento è generalmente effettuato su base ambulatoriale, con anestesia locale e farmaci per indurre la sonnolenza. Il medico non mette a punto l’ascesso drenato per consentirgli di drenare ulteriormente, ma può essere coperto da garza. Il medico prescriverà regolarmente antibiotici e farmaci per il dolore e probabilmente saranno necessari ammorbidenti per ridurre il dolore dai movimenti intestinali. Poiché la buona igiene è particolarmente importante quando si tratta di una ferita aperta, incluso un ascesso lanciato, è necessario utilizzare dei salviette pulenti delicato dopo ogni movimento intestinale. Se il paziente è un neonato o un bambino ancora in pannolini, cambiare i pannolini non appena sono bagnati o sporchi.

Acqua e ascessi perianali

Dopo una chirurgia per ascesso perianale, i bagni caldi di sitz sono incoraggiati a contribuire completamente allo scarico dell’asscesso, nonché ad alleviare il dolore. La sommersione in piscine, vasche idromassaggio, laghi, ruscelli o l’oceano, tuttavia, è scoraggiata fino a quando l’ascesso drenato è chiuso. I livelli di cloro di molte piscine non sono ben mantenuti. I centri per il controllo e la prevenzione delle malattie riportano che uno studio sulle piscine pubbliche del 2010 ha scoperto che uno per otto è stato chiuso per violazioni, ma aggiunge che anche le piscine clorurate ben mantenute contengono germi che possono infettare ferite aperte. I corpi naturali dell’acqua, come i fiumi, i laghi e gli oceani, sono un rischio ancora più grande. Quando l’ascesso è completamente guarito, è possibile tornare in acqua per divertimento ed esercizio fisico.