Dieta di fame

Per perdere peso siamo incoraggiati a mangiare meno. Ma cosa succede quando questo viene portato all’estremo? La “fame”, o la restrizione severa degli alimenti con bassi livelli di calorie, impedisce in realtà la perdita di peso. Anche se sembra contraddittorio, affamando il corpo di cibo può rendere più difficile raggiungere gli obiettivi di peso.

Meno non è più

Non mangiare abbastanza può rallentare il metabolismo del corpo, rendendo più difficile perdere peso. Il corpo può rilevare quando c’è stato uno spostamento nei livelli di calorie e reagisce di conseguenza. Con una severa restrizione alimentare, il corpo inizia a conservare il suo combustibile, il grasso immagazzinato. Il risultato è che bruciate meno calorie e smettere di perdere peso. Quindi, se state esercitando, lavorando o dormendo, brucerete meno calorie tutto il giorno. Mentre la “dieta” dovrebbe significare la deprivazione e la fame, rimanendo alimentato effettivamente porta a perdita di peso e la manutenzione più successo.

Il meccanismo protettivo del corpo

Questa risposta metabolica alla fame dimostra un meccanismo protettivo di sopravvivenza. Quando non mangi, il corpo pensa che tu possa entrare in un periodo di carestia. Chi sa quando il cibo successivo può venire, quindi il corpo conserva le sue calorie conservate per un uso successivo. Questa protezione evolutiva dei nostri antenati rende un modello di consumo “tutto o niente” inefficace per la perdita di peso. Anche se la fame di sostegno per un lungo periodo di tempo comporterà alla perdita di peso, questo non è un sano o realistico piano di perdita di peso. La perdita di peso da fame può causare danni duraturi al corpo e al metabolismo.

Restrizione Gocce Serotonina

Oltre a una caduta nel metabolismo, una dieta di fame causa anche un calo della serotonina. Questo neurotrasmettitore crea la sensazione calma, pacifica e soddisfatta. Quando i livelli di serotonina diventano troppo bassi, le persone si sentono più agitate e insopportabili. Quando si cerca di cambiare abitudini, questo stato agitato può rendere molto più difficile avere successo e rimanere motivati. Questo lascia i dietisti più probabilità a schivare su trattamenti extra e cadere “fuori dal carro” di mangiare sano in cerca di qualche gioia e sollievo. Mangiare, soprattutto i carboidrati, supporta un livello di serotonina più consistente e la forza emotiva per rimanere in pista.

Per perdere peso è necessario mangiare

Mangiare per perdere peso? È un cambiamento nella percezione che deve andare con una perdita di peso a lungo termine di successo. Laura Pawlak ha valutato la scienza attuale della perdita di peso e conclude: “Un consistente e crescente indagine suggerisce che l’approccio più efficace alla perdita graduale e permanente di peso è un piano alimentare con un sacco di cereali integrali, verdure, legumi, frutta E una moderata assunzione di grassi buoni “. Nel suo libro “Stop Gaining Weight”, Pawlak suggerisce di mangiare mangiare cinque o sei volte al giorno con un sacco di alimenti dalle piante e un alto contenuto di proteine. Rimanete idratati con un sacco di acqua e mangiate lentamente per lasciare che il tuo corpo capisca che sia piena prima di andare in mare con aiuto aggiuntivo.

Tutto in equilibrio

Per il dieter medio, i periodi di fame provocano cicli di dieta “yo-yo” e un peso medio più elevato come passano gli anni. “Se l’esercizio viene combinato con un piano alimentare a bassa percentuale di grassi e fibre, in genere più calorie vengono bruciate rispetto a quelle ricostituite”, dice Pawlak. Mantenere un sano equilibrio di mangiare meno calorie del solito combinato con l’esercizio fisico regolare per vedere i risultati. Se ti senti affamati, mangi un alimento ad alto contenuto di fibre e calorie che possa mantenere il tuo metabolismo forte. Non abbassare mai meno di 1.000 calorie al giorno. L’esercizio aumenta la tua brucioria metabolica, aiutando a bruciare quei chili in più. Ma la fame non è mai la chiave per i cambiamenti di peso di successo nel lungo termine.