I tratti più efficaci per la flessibilità

I tratti più efficaci includono una gamma di tecniche e regioni del corpo per una migliore flessibilità complessiva. La flessibilità aiuta a proteggerti da lesioni, mantenendo i muscoli limiti e le articolazioni sufficientemente elastiche per ottenere raggi di movimento più completi, secondo il Human Performance Resource Center. Scegli tra i diversi tempi di stretching per il tratto più efficace che si adatta ai tuoi obiettivi. Lo stretching almeno due volte alla settimana aiuterà a migliorare la vostra flessibilità e prevenire lesioni. Per mantenere la flessibilità, consideri di incorporare una sessione di stretching di 15 minuti nella vostra routine quotidiana.

Stretching statico: efficace per allungamento muscolare

Lo stretching statico include la presa di un tratto per una determinata quantità di tempo, generalmente tra i 15 ei 60 secondi, che consente al muscolo di allungarsi prima del rilascio. Lo stretching statico può aiutare a allungare i muscoli e le fibre che li contengono, rendendo questo un efficace allenamento post stretch o per aumentare la flessibilità quando si sta riabilitando un muscolo. Il Massachusetts Institute of Technology raccomanda di iniziare lo stretching statico con la schiena, poi il tuo corpo superiore e poi muovere sul tuo corpo inferiore. Dopo aver stretto il dorso e gli obliqui esterni, spostarsi sul collo, sugli avambracci, sui polsi e sui tricipiti. Strette il petto, le zampe e l’intestino prima di passare alle cosce, ai polpacci e alle gambe. Terminare allungando i polsi e il piedino.

Stretching dinamico: flessibilità mirata per gli sport

L’allungamento dinamico comporta movimenti ripetitivi che consentono al corpo di muoversi attraverso un’azione continua. I tratti dinamici sono spesso legati ad un’attività specifica. È possibile prendere passi ripetuti, ad esempio, per allungare prima di eseguire. Questo rende lo stretching dinamico ideale per migliorare la flessibilità prima di un allenamento. E ‘efficace per preparare il tuo corpo per l’attività specifica in anticipo. Gambe di sollevamento e oscillazioni di braccio sono esempi di possibilità di stretching dinamiche, secondo il Massachusetts Institute of Technology.

Stretching Ballistic: flessibilità ad alta energia

Lo stretching ballistico, che coinvolge rapidi e intensi scatti di movimento, può essere efficace per gli atleti ad alto impatto come i sprint, ma potrebbe causare lesioni se eseguite in modo errato, secondo il Human Performance Resource Center. E ‘efficace in modo analogo allo stretching dinamico in quanto prepara i livelli di flessibilità del corpo per determinati tipi di movimenti. Il suo potere perforato lo rende un’opzione più efficace per gli atleti che per gli individui ordinari. Un esempio di allungamento ballistico comprenderebbe rapidi, ripetuti tratti ad alta ginocchia. Evitate di rimbalzare, tuttavia, in quanto ciò può provocare lesioni, secondo Washington State University. A meno che tu non sia un atleta, l’allungamento ballistico potrebbe non essere l’opzione più efficace.

Sofferenza del partner: flessibilità con il supporto

L’allungamento del PNF, noto anche come stretching facilitazione neuromuscolare propriocettiva, richiede l’aiuto di un partner. Questo è un modo efficace per aumentare la tua flessibilità perché un partner può fornire supporto fisico nel tratto, regolando il tratto per adattarsi ai livelli attuali in quanto fornisce risposte verbali. Aumenta la flessibilità attraverso l’allungamento del PNF facendo un partner aiutare in tratti più profondi. I partner dovrebbero muoversi lentamente, ascoltando le tue direzioni come indicano quando un tratto è diventato scomodo, secondo l’Università del New Mexico. La maggior parte delle tecniche coinvolge il contrabbando del tuo muscolo per “resistere” alla pressione applicata dal tuo partner, e poi rilasciando in un tratto completo per aumentare la flessibilità.