Non posso dormire su una dieta a basso contenuto di carboidrati

La National Sleep Foundation raccomanda di ottenere tra sette e nove ore di sonno di qualità per notte per favorire l’energia ottimale, la concentrazione e la salute. Per alcune persone che seguono un programma di dieta a basso contenuto di carboidrati, tuttavia, queste ore sono talvolta difficili da raggiungere. Dietri riportano problemi occasionali che si addormentano o si addormentano facilmente ma hanno difficoltà a stare in un sonno. Questa insonnia è di solito temporanea come il corpo si adatta a un nuovo piano di alimentazione. Se stai avendo una qualsiasi di queste problematiche seguendo una dieta a basso contenuto di carboidrati, modificare alcune delle tue abitudini alimentari può favorire il sonno migliore.

Come una dieta a basso contenuto di carboo influenza il sonno

Limitare i carboidrati potrebbe rendere difficile per voi cadere e rimanere addormentati. Molti alimenti che consumi su una dieta a basso contenuto di carboidrati, come il tacchino, i dadi e la carne rossa, contengono ampie quantità di triptofano di aminoacidi. Mentre si può sentire che mangiare triptofano induce il sonno, non lo farà senza la presenza di carboidrati. Il tuo cervello converte triptofano in serotonina, un neurotrasmettitore. La serotonina agisce come un cervello soother – aiuta a facilitare l’ansia e l’agitazione in modo da poter dormire. Quando i livelli di serotonina sono troppo bassi, si possono verificare disturbi del sonno. Quando rilasci l’insulina, promuovi la conversione di triptofano – un aminoacido – in serotonina. Uno studio del 2007 pubblicato nell’American Journal of Clinical Nutrition ha dimostrato che i pasti ad alto contenuto di carboidrati inducono più facilmente a dormire i pasti a basso contenuto di carboidrati consumati quattro ore prima del sonno. Su una dieta a basso contenuto di carboidrati, si mangia meno degli alimenti che conducono Grandi versioni di insulina. A lungo termine, questo migliora i livelli di zucchero nel sangue digiunato, stabilizza l’energia e aiuta a perdere peso. A breve termine, il tuo corpo ha difficoltà a convertire il triptofano in serotonina e il sonno soffre: se siete abituati a mangiare grandi quantità di carboidrati – che provocano notevoli emissioni di insulina – una dieta a basso contenuto di carboidrati che interferisce con la produzione di insulina è Più probabilità di interferire con il processo biochimico che alla fine ti fa sentire sonnolenza.

Facilità di una dieta a basso contenuto di carboidrati per dormire meglio

Poiché un cambiamento drastico nell’assunzione di carboidrati, e quindi livelli di insulina, potrebbe essere il motivo della tua insonnia, considerate di facilitare un piano a basso contenuto di carboidrati per consentire al corpo di regolare. Invece di abbandonare un’assunzione dietetica standard da 225 a 325 grammi – o più – ogni giorno a 50 grammi o meno, tagliare gradualmente carboidrati da 20 a 30 grammi al giorno fino a raggiungere il livello di aspirazione della portata. Può rallentare un po ‘la tua perdita di peso, ma la strategia faciliterà anche gli effetti collaterali. Se non vuoi rilassarti in un basso consumo di carboidrati e puoi vivere con l’insonnia, il tuo corpo dovrebbe adattarsi dopo diverse settimane. Il tuo corpo sarà abituato a prendere più carboidrati e non sarà più dipendente da loro per indurre il sonno.

Regolare il tuo programma di aspirazione del carbone

Puoi anche alleviare i dolori del sonno spostando quando durante il giorno consumi i pochi carboidrati consentiti sulla vostra dieta. Mantenere la prima colazione e il pranzo praticamente senza carne, consumando principalmente uova, pancetta, verdure a foglia, pollo, pesce e carne., Includere una piccola porzione di un cibo ricco di carboidrati di alta qualità – come 1/2 tazza di farina d’avena cotta Con 12 grammi di carboidrati netti o una fetta di pane tostato di grano intero sormontato da un cucchiaino di marmellata di fragole per circa 15 grammi di carboidrati netti – come uno spuntino pomeridiano o serale. Questo può essere abbastanza carboidrati per facilitare la produzione di serotonina e farti sonno venire a letto.

Considerare le altre cause del sonno povero

Il tuo disturbo del sonno può accadere coincidente in combinazione con il tuo spostamento a basso consumo di carboidrati, ma questo non significa che la dieta ha causato l’insonnia. Essere sotto più stress che al solito potrebbe rovinare i vostri ormoni e disturbare il sonno. Notare anche se si sta bevendo più caffè o bevande caffeina per squelch l’appetito come si adegua al tuo nuovo piano di dieta. Un aumento dell’assunzione di caffeina può certamente interferire con il sonno. Assicurarsi che il tuo ambiente di sonno sia favorevole al riposo. Smettere di usare dispositivi elettronici, come telefoni cellulari e computer, un’ora o più prima di programmare il sonno. Crea un rituale di sonno che coinvolge abitudini rilassanti, come prendere un bagno rilassante o bere una tazza di tisana. Mantenere la temperatura della vostra camera da letto sul lato freddo e renderla più scura possibile.